Rieti 2000.it
Rieti 2000.it - IL PORTALE UFFICIALE DI RIETI E PROVINCIA

LAGHI

LAGO DEL SALTO
LAGO DEL TURANO
LAGO SCANDARELLO
LAGO DI RASCINO
FIUMI

FIUME VELINO
FIUME TURANO
FIUME SALTO
FIUME TEVERE
CANALE S. SUSANNA
FIUME FARFA
fonte Provincia di Rieti

 

savetta

 

MORFOLOGIA

È un pesce di taglia media che può raggiungere una lunghezza massima di circa 40 cm ed un peso di 700 g; nel reatino è possibile trovarla esclusivamente nel bacino del Turano.

Il corpo fusiforme e slanciato, relativamente sviluppato in altezza, è leggermente compresso.

Presenta una piccola testa con muso conico dalla punta tondeggiante; la bocca, situata in posizione inferiore, è provvista di labbra cornee, rosastre, con orlo affilato, tipiche del genere Chondrostoma cui appartiene.

Presenta delle pinne moderatamente sviluppate: quella dorsale e quella anale piuttosto brevi e con il bordo leggermente concavo, mentre quella caudale è forcuta. Circa i caratteri meristici sono noti i seguenti valori, 6-7 denti faringei per lato; 54-63 scaglie lungo la linea laterale, con 9-10 file al di sopra e 5-6 al di sotto.

Mostra una colorazione che varia dal grigio-verdastro del dorso all'argenteo, con fitta punteggiatura nera, dei fianchi e al bianco della regione ventrale.

La Savetta, pesce caratterialmente tranquillo, pur essendo sostanzialmente onnivoro, predilige una dieta composta da alghe e germogli di vegetali acquatici che riesce facilmente a staccare con le particolari labbra.

Le sue carni, non particolarmente apprezzate, deperiscono con estrema rapidità anche dopo cotte, prima di cucinarle comunque, e buona cosa asportare la membrana nera che avvolge i visceri che conferisce loro un sgradevole sapore.

Non c'è dimorfismo sessuale.


Per la legge:
- è consentito pescarne fino a 5 kg di peso,
- non vi è periodo di chiusura,
- non vi è misura minima pescabile.
PESCI

ALBORELLA
ANGUILLA
BARBO
CARASSIO
CARPA
CARPA ERBIVORA O AMUR
CAVEDANO
LUCCIO
PERSICO REALE
PERSICO TROTA
SAVETTA
SCARDOLA
TEMOLO
TINCA
TROTA FARIO