Rieti 2000.it
Rieti 2000.it - IL PORTALE UFFICIALE DI RIETI E PROVINCIA

LAGHI

LAGO DEL SALTO
LAGO DEL TURANO
LAGO SCANDARELLO
LAGO DI RASCINO
FIUMI

FIUME VELINO
FIUME TURANO
FIUME SALTO
FIUME TEVERE
CANALE S. SUSANNA
FIUME FARFA
fonte Provincia di Rieti

 

carpa

 

MORFOLOGIA

È un pesce di taglia grande che può raggiungere una lunghezza di 130 cm, con peso di oltre 30 kg. Le taglie maggiori sono raggiunte solo dalle femmine.

È il pesce più noto tra i Ciprinidi ed è uno dei pesci più diffusi nelle acque dolci delle zone temperate.

Il corpo, massiccio, ha forma piuttosto tozza, è compresso lateralmente e presenta un dorso arcuato tanto da formare un'accentuata gibbosità.

Presenta una pinna dorsale con una base lunga con profilo lievemente concavo con l'ultimo raggio molto robusto dentellato posteriormente.

La testa e la bocca risultano piuttosto piccole in relazione alle dimensioni del corpo, la bocca, terminale, è protrattile ed estroflessibile con labbra carnose su cui spiccano 2 paia di barbigli.

Ha denti faringei disposti su ciascun lato, provvista di squame cicloidi che possono variare sia per dimensione sia per numero sia per disposizione a seconda delle varietà della specie.

Le varietà più comuni sono la carpa regina, con grandi scaglie uniformemente distribuite su tutto il corpo, La carpa a specchi, con scaglie anch'esse grandi, irregolarmente sparse sul corpo in prevalenza lungo la linea mediana dei fianchi e la carpa nuda quasi completamente priva di scaglie.

Per le popolazioni presenti nel territorio sono noti i seguenti valori 35-40 scaglie lungo la linea laterale con 5-6 file al di sopra e 5-6 al di sotto.

Nella colorazione prevale la tonalità bruno verdastra più evidente sul dorso che sui fianchi, che possono avere riflessi bronzeo-dorati mentre 12 regione venerare può essere giallastra o biancastra a seconda dei soggetti, le pinne di norma sono grigiastre con sfumature aranciate o rossastre in quelle ventrali e nell'anale. Pur essendo di origine alloctona, è presente in Italia sin dal periodo dell'Impero Romano.


Per la legge:
- è consentito pescarne fino a 10 esemplari,
- il periodo di chiusura va dal 15 maggio al 30 giugno,
- la misura minima pescabile è di 25 cm.
PESCI

ALBORELLA
ANGUILLA
BARBO
CARASSIO
CARPA
CARPA ERBIVORA O AMUR
CAVEDANO
LUCCIO
PERSICO REALE
PERSICO TROTA
SAVETTA
SCARDOLA
TEMOLO
TINCA
TROTA FARIO