Rieti 2000.it
Rieti 2000.it - IL PORTALE UFFICIALE DI RIETI E PROVINCIA

LAGHI

LAGO DEL SALTO
LAGO DEL TURANO
LAGO SCANDARELLO
LAGO DI RASCINO
FIUMI

FIUME VELINO
FIUME TURANO
FIUME SALTO
FIUME TEVERE
CANALE S. SUSANNA
FIUME FARFA
fonte Provincia di Rieti

 

canale di santa susanna

 

Il canale di S. Susanna è tra le acque reatine e forse del centro Italia, più ricercate per lo svolgimento dell'attività di pesca.

Le acque sorgive del S. Susanna, prima di immettersi nel fiume Velino, scorrono per circa 7 km nei territori dei comuni di Rivodutri e Colli sul Velino.

Ai fini della distribuzione dei salmonidi lungo il corso assume particolare rilievo la costanza della temperatura durante tutto l'anno.

La bassa temperatura la presenza di ghiaia sul fondo e la corrente blanda ma costante sono elementi essenziali per il processo riproduttivo delle trote che, già agli albori dell'autunno, compiono delle vere e proprie migrazioni verso gli areali di riproduzione dei canale.

Poiché il canale è particolarmente ricco di microfauna fluviale, notiamo una rilevante presenza di Trote fario anche frutto di immissioni calibrate.

Nell'intero corso l'attività di pesca è consentita ai pescatori in possesso di regolare licenza. Le tecniche di pesca prevalentemente in i oso so io quelle "a scorrere" con o senza sugheretto, io "spinning" e la "pesca a mosca" cui è stato riservato un tratto.

Ai fini della classificazione, queste acque vengono considerate secondarie di categoria "A" è quindi vietato l'uso del bigattino sia come esca sia come pasturazione.

Percorrendo la "Ternana", strida che collega i centri abitati di Rieti e Terni dista circa 15 km da Rieti e 20 da Terni. La qualità delle acque, la quantità di fauna presente e l'incantevole paesaggio, uniti alla possibilità di raggiungerlo facilmente perché costeggiato da strade per tutta la sua lunghezza conferiscono a questo fiume una stupenda ed indimenticabile immagine.

TRATTI DEL CANALE DI S. SUSANNA INTERESSATI DA PARTICOLARI PROVVEDIMENTI:


- in località Ponte Crispolti l'Amministrazione Provinciale ha riservato un tratto di canale, circa 1 km, alla pesca a mosca lanciata da coda di topo, in questo tratto è vietato pescare con più di una canna.

- dal ponte S. Maria alle sorgenti è vietata la pesca a qualsiasi specie con qualunque attrezzo.
PESCI

ALBORELLA
ANGUILLA
BARBO
CARASSIO
CARPA
CARPA ERBIVORA O AMUR
CAVEDANO
LUCCIO
PERSICO REALE
PERSICO TROTA
SAVETTA
SCARDOLA
TEMOLO
TINCA
TROTA FARIO